crossXwords

October 10, 2008

ni-ente / no-thing

Filed under: Networks / Common(s) — Crosswords Print Issue @ 11:39

Quanto di comune ci deve essere nella comunità? A tale domanda, solo apparentemente tautologica, darei due risposte complementari e contraddittorie – come costitutivamente contraddittoria, antinomica, è l’esperienza stessa della comunità. La prima risposta è che nella comunità, o forse meglio ‘della’ comunità, tutto è comune, perché se soltanto qualcosa fosse ‘proprio’, nel senso di particolare, privato, individuale, quella comunità non sarebbe tale. Sarebbe una delle tante comunità immunizzate di cui è pieno il mondo, soprattutto quello, contemporaneo, nato dalla globalizzazione. Perché quanto più gli uomini, le idee, le tecniche s’intrecciano in quella contaminazione globale che è la mondializzazione, tanto più si genera, come rigetto immunitario, la richiesta di nuove identità etniche, linguistiche, religiose. Naturalmente dire che tutto, della comunità, deve essere comune, non ha nulla a che vedere con un progetto comunista, o comunitarista, da realizzare, magari con la forza. Mi riferisco piuttosto al modo di essere originario di ogni donna e ogni uomo – fin dalla nascita venuti al mondo all’interno di un’altra persona e per tutta la vita destinati a restare in rapporto con gli altri, anche quando appaiono, o realmente sono, soli, abbandonati, violentati. Non esiste, per noi, per tutti noi, un altro modo di essere che non sia ‘in comune’.

La seconda risposta – come dicevo, antinomica, aporeticamente incrociata con la prima – è che, se abbiamo tutto in comune, quel tutto è insieme un ‘ni-ente’ – non un’entità, non qualcosa di definibile positivamente come un bene, una qualità, un valore. Non una proprietà originaria o un’acquisizione successiva, un legame di sangue o di interesse, una forma di dialogo o di intesa. Si tratta piuttosto di un vuoto, di una faglia, di un’alterazione. O, meglio, di un’espropriazione, nel senso della donazione reciproca, di quella legge del dono implicita nel termine latino ‘munus’, da cui etimologicamente si origina quello di ‘comunità’. La comunità è questo tutto-nulla, questo niente-in-comune, questo vortice o questa vertigine, che condividiamo con gli altri.

A contribution to the Crosswords print issue by Roberto Esposito for Atopia.

No Comments

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Powered by WordPress